http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-1gk-is-120.pnglink
http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-2gk-is-120.pnglink
http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-3gk-is-120.pnglink
http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-4gk-is-120.pnglink
http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-5gk-is-120.pnglink
http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-6gk-is-120.pnglink
http://www.studiofabiomassarioculista.it/modules/mod_image_show_gk4/cache/banners.Senza_titolo-7gk-is-120.pnglink

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Calazio


È una flogosi cronica di una ghiandola di Meibomio, causata dall’ostruzione del suo dotto escretore, per cui il contenuto della ghiandola non può essere riversato all’esterno. Il calazio può presentarsi con un edema palpebrale anche importante, modesta dolenzia alla pressione palpebrale, sensazione di peso palpebrale o fastidio. Il calazio può avere uno sviluppo interno ed esterno. Quando si sviluppa all’esterno è facilmente visibile, la cute della palpebra appare sollevata da un piccolo rilievo tondeggiante. Il calazio interno è meglio osservabile rovesciando la palpebra.Il calazio ha tendenza a volte ad interessare più ghiandole di Meibomio, in questi casi si parla di calaziosi. Le cause di calazio non sono note. L’evoluzione naturale è verso la cronicizzazione: il contenuto della ghiandola occlusa in parte si può riassorbire, ma difficilmente scompare completamente. L’unico rimedio radicale rimane l’asportazione chirurgica.

CATARATTA
GLAUCOMA
RETINOPATIA DIABETICA
MACULOPATIA
STRABISMO
DISTACCO DI RETINA
CHERATOCONO
ENTROPION – ECTROPION
CALAZIO
PTERIGIO